Avventura Zellhof 2017. Fuoco di Bivacco serale  (foto report di Chiara Menegatti)

Campo estivo 2017 Zellhof, Austria

È appena terminato un altro capo estivo, ma questo non è stato un campo qualunque, è stato speciale perché si è tenuto in Austria! Zellhof, il nome del posto che ci ha ospitati, è bellissimo. È enorme, circondato dal verde, con il lago vicino e un sacco di persone da conoscere! Il viaggio per arrivare fin qui, nonostante alcuni problemini di percorso, non è stato pesante, grazie anche al fatto che abbiamo viaggiato durante la notte. Appena scesi a Salisburgo eravamo così emozionati, l’Austria è tutta un’altra cosa rispetto al nostro paese. Salisburgo è stupenda, un po’ inquietante sotto certi punti visto che ci sono teste e sagome di Mozart ovunque, ma è davvero carina. Il campo è passato davvero velocemente, le attività erano tutte tranquille e i capi ci hanno più che altro lasciato molto tempo libero per goderci bene quella mini vacanza. A parte la tempesta della seconda notte che ci ha buttato giù le tende e la maggior parte degli angoli, il tempo è stato caldissimo e davvero perfetto. C’erano un sacco di altre persone lì a Zellhof, di tutte le età: principalmente erano tedeschi e austriaci, poi un gruppo francese, uno spagnolo, insieme a noi altri due gruppi italiani (con cui abbiamo legato davvero molto) e gli ultimi giorni è arrivato un gruppo dall’Olanda. Insomma, convivere per dieci giorni con almeno altri 25 gruppi in un posto stupendo è stata una delle esperienze migliori della nostra vita. Ci siamo divertiti davvero e, strano dirlo, anche rilassati; Zellhof e Salisburgo sono entrati nel cuore dei ragazzi del nostro reparto.

(Elisa Bertozzi)